Si è spento Johnny Hallyday:un’icona della musica francese

Tutti lo ricordano quando cantava “Quanto t’amo” buttandosi a terra e inginocchiandosi per una preghiera d’amore, amore verso Sylvie Vartan con la quale costituì una delle coppie più invidiate della musica internazionale. Lei in Italia era un mito, ha cantato delle hit quali “Come un ragazzo” e “Irresistibilmente” oltre a partecipare a numerosi varietà televisivi con i nostri più grandi attori e conduttori. Johnny Hallyday è morto all’età di settantaquattro anni. Da  un anno alla rockstar idolo di generazioni intere e attore da anni riscoperto dal grande regista Patrice Leconte che diresse anche la nostra Anna Galliena in “Il Marito della Parrucchiera”, era gravemente malato. Ad annunciare la morte del cantante è stata sua moglie Laeticia in un comunicato affidato all’agenzia Afp. « Johnny Hallyday se ne è andato – ha scritto la donna -. Scrivo queste parole senza crederci. Ma a ogni modo è così. Il mio uomo non c’è più. Ci ha lasciati stanotte così come ha vissuto per tutta la sua vita, con coraggio e dignità».Cantante icona della musica francese, era stato ricoverato  per problemi respiratori. Da mesi era sottoposto ad un trattamento anti-cancro a Parigi.  La famiglia ha sempre cercato di smentire le indiscrezioni allarmistiche diffuse da alcuni media. Con una carriera di 55 anni alle spalle, aveva dichiarato di recente di voler preparare un nuovo album in studio con un tour estivo nel 2018. Malgrado la malattia, da lui stesso annunciata nel marzo scorso, andò in tournée con le Vieilles Canailles la scorsa estate, con gli storici amici e cantanti Jacques Dutronc e Eddy Mitchell. Quella è la sua ultima apparizione sulla scena. Ad annunciare la triste notizia, durante la notte, è stata la moglie Laeticia Hallyday.«Il mio cuore è spezzato, come quello di tutta la Francia- ha eslamato in lacrime. l’ex moglie Sylvie Vartan – Ho perso l’amore della mia gioventù, e nulla mai potrà sostituirlo». E infatti sono stati una delle coppie più belle, una coppia che faceva sognare tutti. Lei ancora oggi riempie l’Olympia. Ricordiamo il brutto incidente che le procurò cicatrici distruggendole il bel viso, ma Johnny le rimase accanto per mesi in ospedale finchè si riprese. «Tutti noi abbiamo qualcosa di Johnny – ha detto il presidente francese Emmanuel Macron – Di lui non dimenticheremo né il nome, né la faccia, né la voce, né soprattutto le interpretazioni, che, con quel lirismo secco e sensibile, appartengono oggi in pieno alla storia della canzone francese. Ha fatto entrare una parte dell’America nel nostro Pantheon nazionale».Carla Bruni si è ispirata al cantante per le sue celebri ballate. Halliday è stato con Serge Gainboug uno dei due miti della musica d’Oltralpe..

di Ivan Rota